vice-luomo-nellombra-maxw-1280

Vice – L’uomo nell’ombra

Tra commedia, biopic e documentario, Vice è il nuovo brillante film di Adam McKay sulla scalata al potere di Dick Cheney.

Vice – L’uomo nell’ombra è un film sulle forme del potere e sul fascino che questo provoca in chi lo detiene e soprattutto in chi aspira ad ottenerlo. Dopo il Premio Oscar nel 2016 per la Miglior sceneggiatura non originale con La grande scommessa, Adam McKay torna a lavorare sull’America, questa volta attraverso la figura di Dick Cheney.

vice-guardate-sensazionale-nuovo-poster-del-film-adam-mckay-v3-356766

Dagli anni ’60 ai 2000, dal Wymoning alla Casa Bianca, Vice – L’uomo nell’ombra è la storia dell’ascesa politica di Dick Cheney (Christian Bale) che da semplice operaio è arrivato alla carica di Vice (ma di fatto co-presidente) dal 2001 al 2009 sotto i due mandati di George W. Bush (Sam Rockwell). Adam McKay utilizza la sua tipica ironia per mettere in scena la scalata di Cheney e costruire attorno a lui un gruppo di personaggi che insieme compongono il tessuto della società americana di oggi. Con una trasformazione fisica impressionante, il camaleontico Christian Bale è protagonista della storia ma divide le luci della ribalta con Amy Adams che interpreta Lynne Cheney, moglie di Dick. Adam McKay è molto attento a delineare i caratteri di entrambi, avendo cura di descrivere il rapporto fra i coniugi. Mentre Dick si muove nell’ombra, paziente, in attesa di saltare all’attacco, Lynne ha una natura ambiziosa, è una moderna Lady Macbeth che spinge il marito verso la carriera politica e ottiene quelle soddisfazioni che, essendo donna, non avrebbe potuto raggiungere da sola.

vice2

Un po’ biopic, un po’ documentario, un mix fra dramma e commedia, Vice possiede uno stile unico, un modo di narrare diventato marchio distintivo di McKay, che racconta con lucida ironia vita pubblica e privata di una figura importante della storia americana degli ultimi anni. La sceneggiatura brillante fa da struttura al film, reso estremamente vivace da un montaggio che accosta immagini apparentemente sconnesse tra loro, come momenti di strategie politiche e scene di pesca. Il cast è senz’altro un ulteriore nota di merito di un film che oltre a esibire un Christian Bale in splendida forma (nonostante il trucco e l’imponente pancia) e a una Amy Adams sempre più adatta a interpretare ruoli differenti, mette in luce anche Steve Carell nei panni di Donald Rumsfeld, mentore di Cheney e soprattutto Sam Rockwell nel ruolo del presidente Bush.

v2

Vice – L’uomo nell’ombra affascina per come viene trattata la figura di Dick Cheney, per l’originalità narrativa di Adam McKay che si conferma un talento nel panorama contemporaneo, un regista che si muove con naturalezza tra la commedia e lo stile documentario riuscendo a stupire con trovate creative e a punzecchiare lo spettatore che, mentre ride, riflette sulle dinamiche del potere e sulle conseguenze, per l’America di oggi, delle scelte politiche di ieri.