PSJ1462176352PS57270a60cebef

Tre cavalli – Erri De Luca

Una filastrocca dell’ appennino emiliano racconta che, tre cavalli, è la durata della vita di un uomo.
Quando incontriamo il protagonista del libro Tre cavalli di Erri De Luca, edito per la prima volta da Feltrinelli nel 1999, sta vivendo la sua seconda vita.

Tre cavalli è la storia di un uomo, che ragazzo, si trasferisce in Argentina per amore. Quando la sua donna viene uccisa, per vendicarla, inizia a combattere contro la dittatura argentina degli anni ’70 ma, costretto a scappare, scende lungo l’America latina, per poi tornare in Italia ormai cinquantenne.
Nel suo Paese d’origine, ad attenderlo, ci sarà l’amore, un’altra donna da salvare e la Natura.

De Luca riesce ad utilizzare la rotondità, musicalità, sfumatura e combinazione della lingua italiana per creare un racconto sensoriale.
Ogni frase chiama all’appello uno o più sensi: le mani diventano delle culle per la salvia da annusare e custodiscono l’odore del pane fresco; una spazzola diventa il vento dell’Atlantico che “scava onde lunghe” tra i capelli; le querce sono romanzi da leggere; l’equilibrio tra i colori di un bicchiere di vino rosso e le unghie bianche, danno vita all’eleganza.

De Luca

Tre cavalli è un libro che chiede d’essere sottolineato. Ogni frase esige d’essere ricordata, usata, riletta.
Nel racconto, i diritti del lettore elencati da Daniel Pennac in Come un romanzo, possono essere tutti (o quasi), applicati.
Così capita di sentire l’esigenza di rileggere solo alcune parti del libro; o si può essere assaliti dalla voglia di leggere il racconto per strada, in treno, mentre si è seduti su una panchina in un parco o la notte “sul bordo del sonno”; o ancora, si può essere presi dal desiderio di leggerlo ad altra voce, ad un amico, al proprio compagno o ad un fratello.

La storia del protagonista parte da una geografia e da un tempo lontani, vissuti nel presente: le situazioni incompiute e l’amore perduto in America Latina, fanno il giro del mondo, arrivano in Italia e qui continuano il tempo dei “tre cavalli”.
Il sentimento per Laila quindi, non è nuovo ma semplicemente e inaspettatamente presente.

L’intero libro è una lunga poesia. La storia, raccontata in poche pagine, lascia spazio alla potenza della parola che fa di Tre cavalli un libro assolutamente da leggere.

Canzone consigliata per la lettura: Mercedes Sosa – Canción con todos.