si-alza-il-vento-2

Si alza il vento – Hayao Miyazaki

Il testamento artistico di Hayao Miyazaki

«Si alza il vento, bisogna tentare di vivere.» Con questa stupenda citazione di Paul Valery si apre il film che segna l’attesissimo ritorno a Venezia del maestro dell’animazione giapponese Hayao Miyazaki, a distanza di cinque anni dalla presentazione in laguna del suo Ponyo sulla scogliera. Preceduto da un assurdo fuoco incrociato di sterili polemiche ideologiche, imbastite prima ancora che la lavorazione del film fosse terminata, Si alza il vento racconta la storia di Jiro Horikoshi, progettista di aeroplani che fin da bambino coltiva il sogno di regalare agli uomini dei bellissimi mezzi per avvicinarsi al cielo.

si-alza-il-vento-1

La sua vicenda personale e quella del suo paese, il Giappone, a ridosso del secondo conflitto mondiale, lo conducono verso un destino che sembra deludere ogni suo desiderio di bellezza e giustizia. Alle gelide logiche della guerra, che cercheranno di trasformare le sue creazioni in strumenti di morte, lui continuerà tuttavia ad opporre l’innocente tenacia del suo sogno di bambino e la schiacciante evidenza di aeroplani che non riescono a volare quando sono appesantiti dalle mitragliatrici. Il vento restituirà il colore dei sogni alla sua vita, insieme al ricordo incancellabile di un amore strappato prematuramente alle sue braccia.

si-alza-il-vento-3

L’ultimo capolavoro del padre dello Studio Ghibli è quindi un sublime affresco che mirabilmente intreccia due storie parallele, quella individuale del protagonista e quella nazionale del Giappone, che arrivano a fondersi in un’unica grande epopea costellata da momenti di struggente lirismo. L’opera con cui Miyazaki si congederà dal suo pubblico, stilisticamente sublime e destinata a rappresentare un autentico testamento artistico, disegna infine al suo interno, in filigrana, un magnifico parallelismo tra la figura del progettista Horikoshi e quella di Miyazaki stesso. Entrambi hanno dato forma con i loro disegni al sogno e all’immaginazione. Entrambi con gli strumenti della loro arte ci hanno regalato mezzi per tentare di vivere/volare “quando si alza il vento”.