PSZ1352048889PS5096a0f97334f

Occhio alla TV! La settimana televisiva su Paper Street (Quarta Puntata)

Talent, fede calcistica, interviste, varietà, sono questi alcuni degli elementi della domenica di Simona Ventura e Alessandro Bonan neo conduttori di “Cielo che gol!” la nuova avventura domenicale sulla vincente rete del digitale terrestre Cielo. (in onda tutte le domeniche dalle ore 14,10). “Il calcio sarà il cuore pulsante delle nostre 4 ore di diretta” dice la Ventura durante la conferenza stampa di presentazione dello show, e molte novità le scoprirete guardandoci. Conclude così il suo intervento la “Simo nazionale” ai microfoni della stampa.
Effettivamente la trasmissione qualche prodotto inedito nel suo genere ce l’ha regalato (forse potevamo farne anche a meno!) come le mogli dei calciatori inviate speciali per la descrizione delle varie partite, oppure un mini reality show chiamato “Sognando Caressa”, rivolto agli aspiranti telecronisti che tre per puntata si misureranno l’uno contro l’altro in una cronaca in diretta.
Immancabile e prevedibile lo spazio anche per X-Factor, con l’escluso della settimana presente in studio.
Altro punto di forza del programma sono state e saranno le interviste agli ospiti più o meno noti. (Nella puntata scorsa ricordiamo: Christian De Sica, Flavio Briatore e Alessandro Preziosi).

Partendo con una domenica dagli inevitabili risvolti calcistici, approdiamo ad un inizio settimana che potremmo definire a 5 stelle, dominato dal successo indiscusso del Movimento di Beppe Grillo alle elezioni siciliane, che subito accende la spia rossa dei tanti e troppi talk show del giorno del pomeriggio e della notte, che intraprendono da subito una staffetta interminabile di analisi, commenti, critiche ma soprattutto ovvietà! (Per citarne alcuni:Agorà, Omnibus, Porta Porta, Quinta Colonna e potremmo continuare…).

In una settimana a 5 stelle va ricordato che le stesse stelle brillano anche sul cielo della prima serata della seconda rete Rai con l’avvincente e incalzante Pechino Express (Adventure Reality targato Rai2 che si conferma con un buon risultato di share ormai da parecchie settimane).
Volete sapere la novità o meglio la non novità ma sempre riuscita? Il tema del viaggio: da Aristotele a Voyager da Ulisse a Emanuele Filiberto. Il principe-conduttore descrive in realtà attraverso la struttura di un game show a tappe un viaggio per l’India, il Nepal e la Cina segnato da condizioni avverse e da una forte temperanza.
I colori sfavillanti, le riprese in stile documentaristico e una colonna sonora desunta dai film più conosciuti e popolari rendono il ritmo del reality allegro e veloce, cristallino e divertente.
Il cast è sapido e fresco e il programma è ben congegnato e quasi del tutto privo di punti morti. Riuscirà Pechino Express a conquistare il pubblico italiano e a imporsi come nuovo baluardo di un genere tv che scardina lo schema della tradizione dei prodotti a marchio Rai? Non possiamo far altro che attendere e sperare di stupirci positivamente almeno per una volta!