PSW1438161697PS55b89b21d9425

#12: Pennino, un viaggio disegnato nei libri

Nuova rubrica a cura di Alessandro Ferri (batterista Gli Ebrei e Soviet Soviet, ndr) e Claudia Tebaldi. Una striscia di vignette che racconta un libro.

«Sentivo la macchina per scrivere di Stone. I tasti avevano un suono arrabbiato.
Chissà come ha fatto a imparare a scrivere a macchina? pensai.
Arrivò di corsa. Mi porse un’altra ammonizione.
Lo guardai.
“Non è necessario che la legga. So già che cosa dice. Dice che non ho letto la prima lettera di ammonizione”.
Buttai la seconda lettera di ammonizione nel cestino.
Stone tornò di corsa alla sua macchina per scrivere.
Mi tese una terza lettera di ammonizione.
“Senta”, dissi, “lo so che cosa dicono queste ammonizioni. La prima era per il berretto sopra il casellario. La seconda per non aver letto la prima. E la terza per non aver letto la prima e la seconda”.
Lo guardai, poi lasciai cadere l’ammonizione nel cestino senza leggerla.
“Ora, lo sa che posso buttarle tutte nel cestino a mano a mano che lei le scrive. Posso continuare per ore, e dopo un po’ uno di noi due comincerà a sembrare ridicolo. Veda un po’ se le conviene”.»