Nirvana-MTV-Unplugged-In-New-York2

MTV Unplugged in New York – Nirvana

Come il David di Michelangelo, come la Gioconda di Leonardo, come Guernica di Picasso… questi 53 minuti sono un patrimonio dell’umanità. Il vertice della musica, e non sto parlando solo di quella moderna. I Nirvana sono stati per una manciata di anni la band più grande del pianeta, fino a quando il leader Kurt Cobain ha deciso di porre fine al suo male di vivere, un giorno di primavera del 1994. Tre album, grandi singoli e questo concerto capolavoro: ecco i Nirvana.

Il grunge nella sua forma più alta; spine staccate, chitarre acustiche, spazzole a guidare la batteria, candele tutt’intorno e pochi spettatori, che forse, quella sera, nemmeno si resero conto di quello che stavano vivendo. Praticamente tutti i tasselli fondamentali della carriera del gruppo di Seattle trovano spazio in questa magica nottata; da About A Girl del debut-album Bleach, a capolavori figli di Nevermind come Polly o Come As You Are, fino a Pennyroyal Tea dell’ultimo album In Utero. Anche tante cover: The Man Who Sold The World, pezzo di David Bowie, viene re-interpretato qui da Cobain e soci che riescono nell’impresa che pochi sono in grado di compiere ovvero far si che una cover risulti più bella dell’originale. Anche gli amati Meat Puppets vengono omaggiati da Cobain con ben tre pezzi. La canzone che chiude questa indescrivibile esperienza sonora e sensoriale è Where Did You Sleep Last Night, brano folkloristico americano databile 1870, che una volta filtrata dalle corde della chitarra e della voce di Kurt, diventa anch’essa una perla di rara bellezza.

Insomma, l’MTV Unplugged è senza dubbio l’apice artistico dei Nirvana; noi fortunati possiamo ascoltare questa pioggia di capolavori ogni volta che vogliamo e tra poco sarà disponibile anche una versione DVD del concerto che consiglio a tutti di comprare.