maxresdefault (2)

Metallo morbido: ballad song

Voi non ci crederete, ma i metallari sono i più sensibili! Le canzoni più sentimentali della storia del rock provengono da gruppi di chiara matrice heavy. Ascoltare per credere.

Prendiamo un personaggio a caso: Ozzy Osbourne. Simbolo e icona del metallo. Molto spesso etichettato come discutibile individuo dalla moralità alquanto deplorevole, nella sua lunga carriera è stato anche in grado di lasciare delle tracce di umanità impressionante. Goodbye to Romance, Dreamer, So Tired, Mama I'm Comin’ Home. Non è per nulla scontato che avere una certa filosofia di vita presupponga il fatto di non avere un cuore.

Un cuore ce l'hanno tutti. Altri lo lasciano trasparire di più, altri ce l'hanno solo più nascosto. E poi quando si parla d’amore siamo tutti allo stesso livello. Di ogni età, religione, sesso, gusti musicali, l'amore, soprattutto se “sfortunato”, è uno dei pochi sentimenti che unisce tutti. La famosa Don't Cry dei Guns'n'Roses, scritta in due versione, ha risanato i rapporti tra il bassista del gruppo e lo storico frontman Axl Rose. Durante un'intervista il rocker ha svelato questa curiosità rispondendo alla domanda su quale fosse il reale motivo della stesura di due differenti testi. Indovinate? Una donna contesa tra i due. Beh, il risultato è stato ottimo. O forse è stata sola una mossa commerciale?

Siamo negli anni '80 e il metal che va di moda è quello glam. Nato come genere alternativo al classic è diventato poi molto commerciale. Soprattutto con la nascita di MTV e dei video musicali. E dei tantissimi gruppi che hanno intrapreso questa strada, o altri che l'hanno scelta cambiando lo stile originario, quelli che hanno lasciato di più il segno sono quelli che hanno saputo unire il metallo all’amore. Differentemente dal discorso su Ozzy, che esprimeva determinate emozioni pur essendo sostanzialmente un tipo selvaggio, gli artisti glam, tranne rare eccezioni, usarono questa tecnica per puro scopo commerciale.

Le power ballad, nome derivato proprio per il loro potere musicale e commerciale, hanno dato vita a un vero e proprio genere. Carrie degli Europe, Never say goodbye dei Bon Jovi, Love song dei Tesla, Bringin’ on the heartbreak dei Def Leppard, You and I degli Scorpions, More than words degli Extreme, Beth dei Kiss, Heaven dei Warrant, I remember you degli Skid Row, sono solo alcuni esempi di come per colpire l'attenzione e avere successo con i gusti degli ascoltatori, basti avere l’aspetto di un duro metallaro ribelle, scrivere un testo d'amore, affiancarci una melodia orecchiabile, toccante ed evocativa e il successo è garantito.

L'ennesimo esempio è dato da Nothin’ Else Matters, forse la canzone più famosa dei Metallica, la quale ha avuto un fortissimo successo da parte non solo di cultori metal. Radiofonicamente parlando fu una scelta commerciale non da poco. Al di là degli ascoltatori amanti del gruppo, le power ballad furono e vengono tutt'ora apprezzate anche da ascoltatori di diversi generi musicali. I Twisted Sister, forse gli unici del settore a non fare del romanticismo, urlavano in una loro canzone “Love Is for Suckers”!

Non è proprio così. Duri, cattivi, trasgressivi e ribelli diventano tutti morbidi quando si tocca questo argomento. Anche i Judas Priest, pionieri del metal negli anni '70 hanno scritto una canzone d'amore. Ma non è proprio apparentemente scontato tutto ciò. Proviamo ad approfondire. Il fatto di scrivere un testo romantico, o sentimentale in senso lato, può essere di ottima carica emotiva se accostato a uno stile metal. I vari strumenti tutti insieme, da un lato l'apertura acustica, dall'altro il raggiungimento del climax con l'utilizzo della chitarra elettrica con assoli e riff in puro stile metal riescono a incidere perfettamente nell'esplorazione di tutti i temi sentimentali. In un determinato contesto, possono dare una carica emotiva e un'enfasi pazzesca al testo.

Ed è proprio in questi momenti, di rabbia o di gioia, di tristezza o felicità che un bel testo e una bella armonia trovano un connubio perfetto. Tutto ciò riesce necessariamente ad avere un ottimo successo sulla massa che, tornando alla tesi di partenza, si rammollisce quando è in crisi d’amore e si esalta all’ennesima potenza al raggiungimento di un ipotetico apice emotivo. No Twisted Sister, love isn't for suckers!