zafon

L’ombra del vento – Carlos Ruiz Zafón

Un libro che parla di libri. Un romanzo che ti trascina fino alla fine in un solo fiato. Un autore che si impone sul mercato internazionale con il suo primo romanzo di enorme successo.

L’ombra del vento racconta di grandi passioni, di vite difficili, di personaggi che dispiace non poter incontrare nella realtà. Un romanzo che vorresti non finisse mai.

Tutto prende avvio nel giorno dell’undicesimo compleanno di Daniel Sempere, figlio di un libraio antiquario della Barcellona del 1945. Un giorno speciale che segna l’inizio di una nuova vita per il ragazzo che, portato del padre nel Cimitero dei Libri Dimenticati, sceglie, secondo segreta tradizione, un volume tra quelli lì sepolti facendo la promessa di custodirlo per sempre. Tutti gli avvenimenti che seguiranno saranno legati a quel romanzo maledetto e al suo misterioso autore Julián Carax, che ha lasciato dietro sé un difficilissimo intrigo di segreti e misteri. Dalle ricerche di Daniel sembra infatti che un uomo sconosciuto e maligno stia cercando di bruciare tutte le copie delle opere di Carax per impedirne il ricordo. Il giovane ragazzo indagando per dieci anni il passato dello scrittore troverà inquietanti parallelismi con la sua biografia, arrivando a smascherare delitti e passioni che da anni giacevano insoluti.

Un vincente mix di mystery, horror e tragedia amorosa rendono il romanzo un moderno feuilleton ricco di atmosfere cupe e impetuosi sentimenti.

Un romanzo che senza operazioni di marketing ma solo grazie al passaparola dei lettori ha saputo imporsi nel panorama internazionale in un solo anno.

Consigliato a tutti i generi di lettori, anche a chi non legge di frequente, perché è capace di coinvolgere chiunque ami le grandi storie.